I migliori sistemi per investire nel Forex

Investire nel Forex e guadagnare non è mai stato così semplice, grazie ai migliori sistemi che vi descriviamo in questa guida, capaci di portare profitti notevoli senza attendere troppo tempo. Se volete incrementare il vostro conto, aperto presso un broker, con il mercato valutario, continuate a leggere per apprendere i metodi più redditizi. Potete anche consultare http://www.guadagnareconilforex.com/ che è uno dei puntoi di riferimento più importanti per tutti i trader italiani che guadagnano con il mercato forex.

guadagnare con il forex

Stop loss a 40 pips e take profit a 200 pips

Il primo sistema che vedremo, come potete notare dal titolo, fa uso dei concetti stop loss e take profit, necessari da conoscere per chi desidera investire nel Forex con un criterio ben programmato. Il primo termine si riferisce alla perdita massima giornaliera, ovvero il valore che dovrà farvi chiudere la posizione senza aspettare ulteriore tempo per un improbabile rialzo. Il secondo è invece l’opposto: quel valore di profitto giornaliero che, se raggiunto, porterà anch’esso la chiusura della posizione per non rischiare di subire un’inversione di trend.

Probabilmente, inoltre, non vi risulterà molto familiare il termine “pips”, utilizzato nel mondo del Forex per descrivere il minimo movimento di prezzo sul mercato (1 pip), che in questo caso particolare non può essere espresso sotto forma di una valuta, visti i continui cambiamenti nei valori e nei tassi di cambio.

Passiamo alla pratica e cominciamo con la descrizione di questo metodo, sicuramente uno dei migliori sistemi presenti nel campo degli investimenti nel mercato valutario. Il primo passo sarà quello di impostare l’intervallo H1 (un’ora) sulla piattaforma di trading, per poi piazzare un ordine di acquisto o vendita alle ore 24.00 GMT, rispettivamente se l’andamento del tasso durante la giornata appena passata è stato in crescita oppure in calo. Unica eccezione è data quando un trend è continuamente positivo o negativo da almeno tre giorni: in questo caso, invertite quanto detto e optate per un acquisto su andamenti a ribasso e per una vendita su valori in crescita.

Per la chiusura delle posizioni, aspettate che venga raggiunto un take profit pari a 200 pips oppure uno stop loss a 40 pips, operando sempre e comunque alle ore 17.00 GMT. Qualora doveste raggiungere i citati valori in orari diversi, prima della chiusura riparatevi con l’apertura di un’operazione di trading sul lato opposto, in modo da tenervi al sicuro da cambiamenti di trend.

Questo sistema, statisticamente efficiente per investire nel Forex e guadagnare sfruttando gli orari più indicati per l’apertura e la chiusura delle posizioni, ha il vantaggio di farvi recuperare con una sola giornata di profitto ben cinque giornate di perdita, grazie alla proporzione tra take profit e stop loss.

Investire nel Forex con il sistema dell’arbitraggio

Presente tra i migliori sistemi per investire nel Forex, l’arbitraggio presenta differenze notevoli rispetto al metodo visto nel primo punto, soprattutto perché non può essere applicato ogni giorno, ma soltanto in presenza di particolari condizioni sul mercato valutario. D’altra parte, ha come beneficio quello di portare profitti pressoché sicuri, con livello di rischio pari a zero, sempre che l’investitore sia stato lesto ad effettuare l’operazione con i giusti tempi.

In sostanza, facendo arbitraggio si guadagna con le inefficienze nel prezzo delle valute, espresse sotto forma di moneta estera: episodi che si verificano con una certa frequenza, ma non proprio così semplici da individuare, visti gli importi minimi con cui si ha a che fare.
Generalmente, quando si fanno operazioni con il sistema dell’arbitraggio, si prendono in considerazione tre valori di mercato, relativi alle combinazioni fra tre coppie di valute, ovvero il tasso di cambio tra A e B, quello tra A e C e infine quello tra C e B. Sfruttando le già citate inefficienze nei tre valori, si specula ad esempio con l’acquisto della valuta A con unità di denaro in valuta B, per poi vendere la quantità di valuta A appena comprata in cambio di valuta C e concludere l’operazione con il cambio della valuta C ottenuta con valuta B.

Visto che le tre operazioni di mercato appena descritte avvengono praticamente in contemporanea, non è difficile intuire le condizioni che portano l’investitore a scegliere tale via di investimento nel Forex: alla fine dei nostri scambi avremo ottenuto un certo tot di valuta B, che dovrà essere superiore alla valuta B ottenuta nel primo cambio. Il vantaggio dell’arbitraggio, è infatti che la presenza di una tale differenza è già nota prima di operare, portandoci così verso un guadagno sicuro.

Come funziona il mercato Forex

Consigli tecnici per sfruttare con la massima efficienza il mercato Forex, capendo come funziona e soprattutto le dritte utili per guadagnare in piena autonomia grazie ai servizi più innovativi di trading online, come le opzioni binarie e i CFD. Se avete appreso già i concetti introduttivi sugli investimenti nei tassi di cambio tra le valute internazionali e volete ora sapere il meccanismo sfruttato da chi specula per ottenere capienti incassi, continuate a leggere per apprendere i concetti più importanti sotto questo punto di vista.

mercato forex

Da cosa è influenzato il mercato Forex

Capire come funziona il mercato Forex è innanzitutto equivalente a comprendere quali sono i principali fattori che ne determinano l’andamento, indipendentemente se stiamo prendendo in considerazione contratti per differenza, opzioni binarie o qualsiasi altro strumento che ci consente di speculare con i tassi di cambio.

Limitandoci al concetto in generale, è sufficiente dire che il valore del tasso tra una coppia di valute è fornito dagli scambi sul mercato internazionale, che sanciscono in modo totalmente automatico il costo di una valuta in termini di un’altra valuta.
E’ altrettanto vero che ad influire in modo decisivo sul mercato valutario sono diversi fattori, che apparentemente non hanno nulla a che vedere con tassi di cambio e moneta. Oltre alle politiche economiche applicate dalle banche centrali più potenti a livello mondiale e dai governi (che è semplice intuire come possano portare ad aumenti o diminuzioni nei cambi), sono infatti altrettanto importanti le decisioni dei vari enti e delle autorità sui tassi di interesse, così come le semplici aspettative economiche presenti a livello globale su un singolo Paese o su un insieme di stati (ad esempio sull’Unione Europea). In questi casi, si parla di rinforzamento o deprezzamento di una valuta, rispettivamente in caso di previsione di sviluppo e di peggioramento delle condizioni.

Qualora non doveste aver afferrato appieno questo concetto, vi proponiamo un esempio. La fiducia popolare sull’euro cala e questo fattore si riflette sul mercato Forex in termini di diminuzione nei tassi di cambio euro/dollaro, euro/yen, euro/sterlina e tutto il resto dei valori delle altre monete (ferme restando le aspettative su di esse) in termini di quella europea. In altre parole, si verifica un deprezzamento dell’euro, perciò ci vogliono ora più unità della nostra valuta per acquistarne una estera e ovviamente meno di quest’ultima (rispetto al periodo precedente) per acquistare euro sul mercato valutario.

Volatilità nel mercato Forex e altre proprietà

I fattori di influenza appena analizzati, comportano una definizione importante, che ci fa intuire come mai negli ultimi anni gli investitori (grandi e piccoli) tralasciano altri mercati fino a qualche anno fa più sviluppati per investire nel Forex. Ciò è dovuto innanzitutto all’enorme volatilità dei tassi di cambio tra valute, ovvero alla rapidità con cui si possono effettivamente visualizzare variazioni di valore a seguito di un cambiamento avvenuto nell’economia, come l’esempio appena citato sul calo di fiducia nei confronti dell’euro.

Per sfruttare questa proprietà, molto importante per il mercato Forex, gli investitori fanno uso del calendario economico, strumento disponibile online in diverse forme, dove vengono riportate notizie di economia che possono avere un impatto significativo (nel breve o nel lungo periodo) sui tassi di cambio.

Altra proprietà molto importante del mercato Forex è la mancanza di un’autorità che determina i tassi di cambio, come invece avviene quando si trattano altre tipologie di mercato in economia. Le quotazioni, avvenendo in modalità del tutto automatica in funzione degli scambi sul mercato, non hanno la necessità di essere regolamentate in modo particolare, così da portare negli utenti un alto grado di fiducia negli investimenti sui tassi di cambio, dovuto all’impossibilità da parte di banche, governi e altri enti di ritoccare le cifre a loro piacimento.

Consigli di base sul Forex

Dopo aver visto quali sono i principali fattori che influenzano i valori sul mercato Forex e le proprietà che lo rendono unico all’interno della branca del trading online, ecco qualche consiglio per sfruttare a vostro vantaggio nella pratica quanto detto finora e non rischiare di fraintendere gli aspetti introdotti.

Innanzitutto, se siete alle prime esperienze non abbiate fretta di guadagnare con il Forex, perché ce ne sarà sicuramente l’opportunità e anche a breve. Se in questo momento non arrivano segnali concreti dal calendario economico non prendete posizioni azzardate, soltanto per la foga di provare l’emozione di fare trading. Piuttosto, attendete il primo segnale e cercate immediatamente di sfruttarlo, in questo caso senza titubare se volete fin da subito andare incontro a grandi soddisfazioni.

Altro consiglio che vi diamo è quello di non stabilire un guadagno giornaliero o settimanale da centrare assolutamente, tenendo aperte in eterno posizioni in perdita (in attesa di miracoli) o continuando a puntare su posizioni che già hanno reso abbondantemente, rischiando di assistere a cambiamenti di trend. Investire nel Forex porterà grandi guadagni soprattutto a lungo andare, ma non è escluso che in alcuni casi potrete anche andare in perdita, per poi magari recuperare tutto (e anche di più) il giorno successivo.

Il mercato Forex: un’introduzione

forexAmpia introduzione al mercato Forex, con le basi da conoscere assolutamente per chi desidera muovere i primi passi con questa attività in continua evoluzione, cominciando sin da subito ad apprezzare (con guadagni immediati) i lati positivi di investire nelle variazioni sui tassi di cambio all’interno del mercato valutario internazionale.

Introduzione al Forex per chi parte da zero

Se non avete idea di cosa sia il mercato del Forex, ma volete saperne di più perché qualcuno vi ha accennato le ampie possibilità di profitto per chi lo sceglie come riferimento per i propri investimenti, ponete molta attenzione a ciò che stiamo per dirvi in questa pratica introduzione basilare.
Questo termine, che a primo impatto potrebbe far pensare chissà a quale indice complesso, non è altro che il significato di mercato valutario, o per meglio intendere quello di scambio di valuta estera, dal momento che Forex è l’acronimo di Foreign Exchange market.

Nato nel 1971 dopo che la speculazione sugli scambi tra valute era proibita a livello internazionale, tale mercato ha avuto un picco positivo negli ultimi anni, grazie allo sviluppo delle tecnologie per fare trading online e alla diffusione di un gran numero di servizi per investire direttamente da casa, come opzioni binarie e CFD, ossia due dei principali mercati dove ogni giorno viene preso in seria considerazione il Forex sotto forma di innumerevoli coppie di valute.

Valute trattate nel mercato Forex

Come dicevamo, chi opta per investimenti sul Forex specula proprio sui tassi di cambio presenti tra le diverse coppie di valute, in base alla quotazione che avviene in automatico (fino all’equilibrio definitivo tra domanda e offerta) a seguito degli scambi sul mercato.

I principali broker che offrono agli utenti una vasta gamma di servizi sul mercato Forex, prendono in considerazione un insieme di valute molto vasto, con relativi tassi di cambio. Non può certo mancare il dollaro, preso come principale riferimento in tutto il mondo (nel 2007, secondo i dati Wikipedia, l’86,3% degli scambi in questo settore vedeva la moneta statunitense coinvolta), così come il nostro euro che occupa il secondo posto della speciale classifica (37%). Molto considerati sono anche lo yen (17%), la sterlina (15%) e il franco svizzero (6,8%).

Broker Forex per investire nel mercato valutario

Dopo aver appreso le basi sul Forex in generale, cominciamo a fare sul serio guidandovi al concetto di investimento vero e proprio nel mercato delle valute internazionali. Queste, principalmente, come già vi abbiamo accennato, fanno riferimento alle opzioni binarie e ai CFD (contratti per differenza), strumenti derivati che sono alla base del trading online, per consentirvi di guadagnare dalle variazioni di breve periodo su vari mercati.

Quello che dovrete fare, in sostanza, sarà rivolgervi ad uno dei tanti broker Forex, vale a dire siti web che oltre ad offrire agli utenti una piattaforma per speculare con azioni, obbligazioni e altri assets, considerano anche gli scambi tra valute. I servizi più indicati per operazioni di questo genere sono Plus500, 24option e TopOption, molto sviluppati per trarre guadagni considerevoli soprattutto con le opzioni binarie.

Non serviranno complicate procedure per iniziare a fare trading con il Forex una volta per tutte, ma sarà sufficiente registrarsi presso un broker ed effettuare il primo deposito (sul quale si riceve spesso un bonus di benvenuto), per poi cominciare subito a mettere in atto le proprie strategie, considerando che è sempre meglio fare prima un po’ di pratica con un conto di prova (dove non si mette a rischio denaro reale).

Consigli sull’approccio e segnali Forex

Innanzitutto, sappiate che per guadagnare e diventare protagonisti con alti profitti già dopo poche sessioni in questo mercato non è necessario essere dei maestri dell’economia. Ovviamente aiutano le eventuali conoscenze già apprese in passato, ma altrettanto fondamentale è tanta umiltà di fronte a modalità di investimento per voi totalmente nuove.

Per avere successo sin da subito è consigliabile non concentrarsi assolutamente su una sola coppia di valute, sfruttando la possibilità di variare e mettersi alla ricerca del mercato che al momento presenta la migliore liquidità, fattore in grado di assicurare grandi profitti in poco tempo.

Altro consiglio fondamentale, da applicare se non siete a conoscenza di alcuna strategia per fare trading online, ma volete ugualmente guadagnare senza approfondire troppo sulla teoria, è l’utilizzo di servizi con segnali Forex gratuiti. Si tratta di previsioni automatiche offerte dal broker, molto attendibili riguardo le opzioni binarie da acquistare e aggiornati in tempo reale in base ai movimenti sul mercato dell’asset considerato.

Trading binario: quali sono i segreti del successo?

trading binarioOperare con il trading binario è di solito vista da tutti i trader come una grandissima opportunità per guadagnare soldi in maniera rapida e sicura. Ma è la verità? Il trading binario funziona come una specie di macchina automatica per fare soldi facili? Che cosa significa che i guadagni sono rapidi e sicuri? Si tratta di domande che meritano senza dubbio una risposta approfondita perché gli errori di valutazione possono costare veramente caro. Il trading di opzioni binarie, infatti, non è un gioco. Quando diciamo che i guadagni sono sicuri non ci riferiamo assolutamente al fatto che è sufficiente aprire un conto di trading per incassare profitti con il trading binario. Questa è una situazione che non esiste, da nessuna parte e con nessuna modalità di trading online.

Trading binario sicuro

Quando parliamo di trading binario sicuro, invece, ci riferiamo al fatto che se scegliamo broker di opzioni binarie autorizzati e regolamentati abbiamo la garanzia che non saremo sottoposti a truffe o ruberie da parte del broker e/o da parte di malintenzionati esterni. Insomma, se il broker è sicuro i nostri soldi non saranno rubati, ne potremo disporre come e quando vogliamo. E su questo non ci sono dubbi. Ma scegliere un broker sicuro e affidabile non è assolutamente garanzia di guadagno. Pensare che nel trading online ci possa essere qualunque elemento che garantisca un guadagno è stupido.

Il trading online è per sua stessa natura completamente imprevedibile. Sicuramente possiamo ragionare solo con la legge dei grandi numeri e quindi sapere che ci sono elementi che, se rispettati, molto probabilmente e sui grandi numeri ci porteranno a guadagnare. Evidentemente ci sono anche elementi che con una probabilità molto elevata ci porteranno invece a perdere soldi in brevissimo tempo. Visto che ci stiamo riferendo alla scelta del broker, scegliere un broker che sia poco sicuro o poco affidabile significa avere la quasi certezza di perdere il proprio denaro.

Allo stesso modo, fare trading binario utilizzando strategie bizzarre è un modo certo per perdere soldi: mi sto riferendo a tutti coloro che operano più o meno a caso, considerando il trading binario come una sorta di scommessa.

Trading binario a 60 secondi

Un altro aspetto fondamentale da indagare a proposito del trading binario è il fatto che sia rapido. In effetti il trading online può avere diverse scadenze: si può fare trading con orizzonte temporale di molti mesi o di pochi secondi. Il trading di opzioni binarie è considerato una delle forme di trading in assoluto più veloci tra quelle disponibili al grande pubblico. E’ possibile operare con diverse scadenze: 30 secondi, 60 secondi, 5 minuti, 15 minuti. La scadenza più apprezzata da trader e aspiranti trader è quella a 60 secondi. Perché proprio questa scadenza rende i guadagni più rapidi? Da una parte, perché è molto corta: in soli 60 secondi è possibile ottenere un profitto che molte volte è anche superiore all’85%. Dall’altra, il fatto che i trend di mercato tendono a non cambiare nell’arco di 60 secondi. Con scadenze più piccole c’è un livello di incertezza maggiore. Diciamo, dunque che le opzioni binarie rendono i guadagni più rapidi. Evidentemente non è un fatto automatico. Per fare trading binario a 60 secondi ci vuole la capacità di mantenersi calmi in qualunque condizione di mercato e anche di saper reagire velocemente. Non è da tutti, soprattutto coloro che si avvicinano per la prima volta al trading binario dovrebbero valutare, almeno inizialmente, scadenze leggermente più ampie, ad esempio quella a 15 minuti. E’ vero che i guadagni sono minori ma è anche vero che l’aspirante trader ha bisogna, come prima cosa, di prendere confidenza con il trading più che di guadagnare. E poi è molto meglio iniziare guadagnando poco piuttosto che perdendo denaro.

Quanti soldi bisogna investire nel trading binario?

Un’altra domanda piuttosto diffusa tra coloro che cominciano a fare trading di opzioni digitali è relativa all’ammontare da investire. Quanti soldi conviene investire per guadagnare con le opzioni binarie? La verità è che non esiste un livello minimo o massimo, tuttavia possiamo ragionare con il buon senso. All’inizio è bene non esagerare con i depositi ma bisogna anche tener conto che il primo bonus dei broker è spesso legato all’ammontare del primo deposito. Quindi potrebbe essere conveniente, in un’ottica di massimizzazione dei bonus, cercare di fare il deposito più elevato possibile. Questo ovviamente se e solo se parliamo di un broker affidabile e sicuro al 100%. Ma dovrebbe essere ovvio, mai aprire un conto se non si ha la garanzia assoluta di affidabilità e sicurezza.

Trading con i CFD

trading cfdInformazioni da conoscere e consigli utili per fare trading con i CFD e guadagnare con i propri investimenti direttamente da casa, grazie a servizi che mettono a disposizione piattaforme online. Partiremo dunque da zero, introducendo i contratti per differenza e spiegandovi esattamente che cosa sono, per poi scoprire come possono essere sfruttati nel miglior modo questi strumenti.

Che cosa sono i CFD, informazioni di base e vantaggi

Come già accennato, CFD è l’acronimo di Contract For Difference, ovvero contratti per differenza. Assieme alle opzioni binarie, si tratta degli strumenti derivati di maggior considerazione tra gli investitori al giorno d’oggi, perché hanno come proprietà quella di favorire investimenti di breve periodo, essendo negoziabili direttamente online e senza alcuna procedura noiosa e complicata, come invece avviene con i mercati diretti di azioni, obbligazioni, metalli e altri assets.

Appartenendo alla branca dei derivati, ciascun CFD fa riferimento ad un mercato specifico, replicando l’andamento del prezzo di un bene che può essere di varia natura (oltre al mercato azionario e ai metalli come oro e argento, vengono spesso tirate in ballo indici o addirittura materie prime), fungendo come riferimento affidabile al cento per cento. Non è complicato intuire i vantaggi, che stanno innanzitutto nello speculare su un asset senza acquistarlo realmente, evitando così inutili commissioni e bruciando le tappe, acquisendo e chiudendo posizioni anche nel giro di alcuni secondi.

Passando a cosa sono fisicamente i CFD, non risulta affatto complicato intuirlo dalla sigla contratti per differenza. Si tratta, infatti, di contratti derivati accessibili alla compravendita presso un broker (sito web scelto per fare trading online), sui quali si guadagna proprio dalla differenza di valore tra l’asset al termine dell’investimento e all’inizio dell’orizzonte.

CFD oro e azioni, perché sono convenienti

Tra i CFD più trattati dai broker ci sono quelli basati sull’andamento dell’oro e quelli che invece prendono in considerazione il mercato delle azioni, con siti internet che ne annoverano addirittura centinaia di tipologie diverse.

Gli investitori che fino a qualche tempo fa si basavano esclusivamente sul mercato dell’oro fisico, con l’acquisto vero e proprio di lingotti e monete da rivendere in futuro dopo aver assistito ad un aumento di valore, stanno prendendo sempre più seriamente il mercato dei contratti per differenza sul metallo aureo, con il risultato di non dover aspettare lunghi tempi per la spedizione di oggetti ingombranti (provenienti anche da paesi esteri), o magari pagare cifre salate ben più elevate del valore al grammo in vigore sul mercato, guadagnando così soltanto una parte sull’aumento effettivo del prezzo al termine dell’investimento.

Quanto descritto per l’oro vale anche per le azioni di grandi o medie aziende, che nella modalità di acquisto diretto comportano la necessità di rivolgersi ad istituti bancari o comunque la firma di contratti e il pagamento di commissioni, in grado di togliere così un’importante percentuale dal rendimento finale. Con i CFD si è invece rivoluzionato anche questo settore, dove è oggi possibile investire anche nel giro di pochi minuti o istanti, sfruttando le variazioni istantanee prevedibili tramite strategie basate su ricerche scientifiche.

Consigli per chi si avvicina al trading con i CFD

Se dopo aver letto le principali basi sui contratti per differenza vi siete decisi a voler provare questa forma di trading, ecco alcuni consigli che possono fare al vostro caso, cercando così di evitare gli errori che troppo frequentemente vengono commessi durante le prime esperienze con il settore
degli investimenti.

1. Sfruttare l’ampia scelta di mercati
Qualsiasi broker CFD mette a vostra completa disposizione diversi mercati sui quali effettuare operazioni di trading, perciò è bene non focalizzare la propria attenzione soltanto su un determinato asset, che può avere periodi di elevata volatilità alternati ad altri in cui questo fattore registra valori molto bassi. Cercate, dunque, di alternare le vostre strategie sui diversi mercati, scegliendo sempre quelli che risultano più conformi alle vostre strategie.

2. Conto demo CFD
Approfittate dei broker che mettono a vostra disposizione un conto demo CFD, ovvero un account con cui fare trading senza rischi e né possibilità di guadagno, esclusivamente per testare le vostre strategie prima di tirare in ballo il denaro reale. Questa possibilità è ormai disponibile presso ogni servizio, perciò prendetela in seria considerazione.

3. Imparare le migliori strategie CFD
Per avere successi superiori ad ogni aspettativa con i contratti per differenza, è sufficiente fare prima un po’ di teoria apprendendo le migliori strategie, studiate in campo economico e statistico per assicurare guadagni nel trading superiori alla media. Quelle più gettonate sono il metodo delle medie mobili, le Bande di Bollinger e tutte quelle che si basano sui supporti e le resistenze.

Le migliori strategie di trading online

trading onlineTutte le migliori strategie per fare trading online con opzioni binarie e CFD, ovvero quelle che vi consentono di guadagnare somme piuttosto capienti in questi mercati, agendo con criteri ben approfonditi (la cui efficienza è provata a livello scientifico) e senza azzardare nulla. Quelle che vedremo in questa guida fanno riferimento all’indice statistico delle medie mobili, al metodo del pivot point e alle Bande di Bollinger, altro tema approfondito nel ramo della matematica applicata.

Il trading online con le medie mobili

La semplice lettura di un grafico relativo all’andamento del prezzo di un asset nel breve o nel lungo periodo, può risultare particolarmente offuscata dall’influenza di componenti pressoché casuali, che agiscono sul segnale portando picchi a rialzo e a ribasso che non incidono sull’andamento futuro del fenomeno in oggetto. Per attenuare la componente dovuta al caso ed effettuare così previsioni più attendibili, la statistica ha trovato nel metodo delle medie mobili una soluzione efficace per concentrarsi soltanto sul trend di fondo.

Nella negoziazione di opzioni binarie e CFD, questo indice risulta particolarmente utile, per capire quali posizioni prendere. Scegliendo un broker la cui piattaforma ci consente di fare trading online consultando i grafici delle medie mobili (ormai vengono rese disponibili praticamente da qualsiasi servizio), possiamo impostare il periodo a pochi minuti (5 o 15 generalmente) per investimenti a breve termine, mentre ampliando il periodo fino a 60 è possibile allungare notevolmente l’orizzonte.

Guardando il grafico composto dal prezzo e dalla media mobile (con periodo impostato in base alle nostre intenzioni), il segnale è quello di vendere quando il prezzo sorpassa la media mobile, così come si decide di comprare in caso opposto. Per quanto riguarda le opzioni binarie, nei due casi si sceglie rispettivamente di acquistare un’opzione di tipo Down (ribasso nel breve periodo) e di tipo Up (rialzo).

La strategia del pivot point

Nel trading online con opzioni binarie, tra le migliori strategie c’è senz’altro quella del pivot point, che fa uso delle regole dei supporti e resistenze. Le decisioni relative a questo metodo si trovano, per l’appunto, nel grafico che riporta quattro diversi tipi di pivot point, suddivisi tra due tipologie di resistenza e due di supporto.
E’ bene capire, innanzitutto, cosa definiscono (e quando si verificano) i due termini fondamentali di questo discorso, ovvero supporto e resistenza. Si tratta di due aree dove va a stagnare il prezzo di un asset dopo una fase di crescita (supporto) o calo (resistenza).
Intuire il segnale che ci viene dato dall’andamento di tali rappresentazioni grafiche è veramente molto semplice. Opzioni binarie di tipo Up si acquistano quando la curva del prezzo rimbalza (ovvero cambia direzione) dopo che si è verificato un pivot point di supporto o ne rompe (prosegue nel trend precedente alla stabilizzazione nell’area) uno di resistenza, mentre nei due casi opposti è bene optare per l’acquisto di opzioni di tipo Down.

Le Bande di Bollinger per il trading online

L’ultima tra le migliori strategie di trading che andiamo ad analizzare è quella riferita alle Bande di Bollinger, strumenti che definiscono la volatilità di un titolo facendo uso dell’indice statistico della varianza, il cui valore è direttamente proporzionale alla non stabilità dei valori rispetto alla loro media (fenomeno che si verifica in presenza di brusche variazioni piuttosto frequenti). Tali bande sono state create dall’analista John Bollinger proprio per fungere da supporto al trading.

Il grafico delle Bande di Bollinger rappresenta tre curve, chiamate banda inferiore, banda mediana e banda superiore. Per interpretare la rappresentazione, è necessario capire che una distanza ampia tra queste tre curve è sinonimo di alta volatilità nel mercato di riferimento, mentre al contrario quando le curve sono vicine tra loro significa che il mercato è in un periodo di bassa volatilità.

Il segnale da prendere al volo per considerare un mercato per le proprie operazioni di trading online è proprio quando le tre curve si trovano vicinissime tra loro, perché questo caso è testimonianza di un’esplosione di volatilità nel breve periodo.
Per sfruttare queste basi, è inoltre necessario essere a conoscenza del fatto che non tutti i broker sono caratterizzati dallo stesso livello di specializzazione con le Bande di Bollinger. A nostro avviso, il software messo a disposizione da Plus500 è quello maggiormente dettagliato in questo frangente.

Come funziona il trading binario?

come funziona tradingLe più preziose informazioni per capire come funziona il trading binario, attività che ad oggi è sinonimo di guadagni veloci e con alte probabilità di riuscita, considerata ampiamente dai grandi investitori e da coloro che invece sono principianti in questo settore. Vi daremo così le basi per capire bene le informazioni riguardanti le opzioni binarie e il funzionamento di tali mercati, capaci di generare profitti con diverse modalità di approccio.

Opzioni binarie, gli strumenti negoziati nel trading binario

Iniziamo la nostra guida con un piccolo approfondimento sulle opzioni binarie, termine che racchiude in sé diverse possibilità di investimento che hanno come punto in comune l’azione di prevedere l’andamento di un certo mercato facendo previsioni sull’andamento futuro del valore (con orizzonti molto ristretti, generalmente pari ad alcuni secondi o minuti) e guadagnare anche fino a cinque o sei volte il capitale investito qualora le intuizioni di chi investe dovessero essere confermate dallo sviluppo vero e proprio del prezzo dell’asset considerato.
I broker (siti web specializzati) che operano nel campo del trading binario, offrono agli investitori piattaforme altamente sviluppate (software di ultima generazione) che in sostanza vengono utilizzate per due fini: quello di analizzare con cura il precedente andamento del prezzo di un asset sul mercato (impostando un intervallo di tempo consono alla lunghezza dell’investimento che si desidera effettuare) e investire il proprio denaro nelle opzioni binarie, scegliendo quali acquistare in base alle proprie aspettative e impostando l’importo per il trading, che verrà automaticamente sottratto dal conto dell’investitore senza alcun genere di commissioni.

Guadagnare con il trading binario: è veramente possibile?

Le truffe che circolano sul web sono molte e perciò, soprattutto tra chi non ha idea del funzionamento del trading binario e delle regolamentazioni ferree alle quali sono sottoposti i broker che desiderano operare in questo campo, è lecito chiedersi se è veramente possibile guadagnare o se si tratta soltanto di leggende metropolitane.
Basti pensare al continuo sviluppo di questo settore, che allo stesso tempo può essere definito come un punto di riferimento per i leader dell’economia (coloro che vivono grazie a queste attività) così come per i piccoli investitori, che per far fruttare al meglio i loro risparmi decidono di affidarsi al trading binario. Non può certo essere casuale una tale crescita, perciò già da qui è possibile intuire come siano davvero presenti ottime chance di guadagno con le opzioni binarie.

Strategie per guadagnare con le opzioni binarie

Dopo quanto detto finora, probabilmente non avrete trovato difficoltà ad intuire quanto siano concrete le possibilità di trarre profitto dalle proprie intuizioni con le opzioni binarie. Tutto ciò è consentito dal fatto che il trading binario richiede competenze e non fortuna, come invece accade nel mondo delle scommesse e del gioco d’azzardo in generale. Toglietevi dalla testa di trovare facili guadagni presentandovi impreparati, perché così facendo non farete altro che trasformare una delle migliori attività di investimento in una pericolosa fonte di perdite.
Arriviamo così alle strategie di trading binario per guadagnare senza troppe difficoltà, in quanto non proibitive da imparare (anche per chi non ha mai avuto a che fare con settori legati agli investimenti) e in gran parte favorite dai sistemi in uso presso i broker con cui si negoziano le opzioni binarie, che offrono servizi per agevolare la comprensione da parte degli investitori non ancora entrati nella logica del mercato.
Vi accorgerete, così, che la scelta di strategie redditizie (come quelle connesse alla media mobile, alle Bande di Bollinger e ai supporti e resistenze) e la ricerca di informazioni sugli sviluppi futuri dell’economia (magari facendo uso del calendario economico) non tarderanno a farvi apprezzare la via di investimento nel trading binario.

Come iniziare a praticare trading binario

Iniziare ad investire in opzioni binarie è un passo elementare, ma non sarà così banale la ricerca del broker più adatto a voi, vista la grande quantità di servizi sicuri e convenienti presso i quali potrete aprire un conto. Dopo aver superato questo ostacolo (tenendo conto soprattutto delle regolamentazioni e della convenienza in termini economici, rappresentata da bonus e bassi importi minimi di deposito e trading), tuttavia, cominciare ad acquistare opzioni binarie e guadagnare è semplice come iscriversi presso un qualsiasi sito web.
Vi basterà effettuare la registrazione sul sito del broker e scegliere uno dei tanti metodi di pagamento accettati (sono sempre disponibili i principali mezzi elettronici, come carta di credito e bonifico internazionale), per effettuare il primo deposito sul conto. Dopo di che, non vi resta che installare sul PC il software gratuito per fare trading binario online e cominciare ad analizzare l’andamento dei mercati e investire mettendo in pratica le vostre strategie.

Trading binario, i vantaggi

trading binarioI principali vantaggi del trading binario, ovvero quegli aspetti che andrete presto ad apprezzare dopo aver deciso di investire in opzioni binarie. Ve li elencheremo uno ad uno, descrivendone tutte le caratteristiche e spiegando così il motivo che ci ha spinto a proporveli come lati positivi di questa attività.

Guadagnare grosse cifre in periodi minimi

Ogni posizione presa in questo mercato può avere una durata che può essere al massimo pari ad alcune ore. Andando a guardare il tempo minimo, invece, si scopre che è possibile fare trading binario anche nell’arco di alcuni istanti, come nel caso delle opzioni binarie a 60 secondi che recitano un ruolo importantissimo nel settore del trading binario intraday (termine usato per definire orizzonti di investimento interni alla giornata), perché consentono all’utente di prevedere sviluppi immediati, aumentando la probabilità di riuscita delle più diffuse strategie.
Oltre ai periodi minimi, è da sottolineare il fatto che il trading binario può portare un vantaggio assoluto con le possibilità di profitto, ovvero la quota massima in cui può lievitare il nostro importo durante il periodo di investimento. Nel foglio informativo di ciascun broker sono riportate le soglie massime di guadagno con ogni singola operazione, fattore che può influire in modo decisivo sulla scelta del servizio. Tra i siti che abbiamo analizzato, le percentuali più alte sono presenti in 24option (550%), OptionTime (500%) e TopOption (500%).

Praticare operazioni di trading binario dal PC di casa e senza commissioni

Per guadagnare con i mercati in cui ci riteniamo più preparati, non è necessario recarsi presso istituti di credito o altri enti, per firmare contratti di acquisto, pagare alte commissioni e soltanto dopo alcune procedure ottenere l’asset su cui si vuole speculare. O meglio, quanto appena detto avviene con i più classici metodi di investimento (acquisto diretto di titoli), che ultimamente sono stanno finendo per essere surclassati dal trading binario.
Questa attività ha infatti il vantaggio di poter essere praticata direttamente dal PC di casa, con una rete internet veloce (ADSL) di cui ormai tutti siamo in possesso al giorno d’oggi. Basta scegliere un broker e iscriversi, per poi effettuare un versamento e cominciare subito ad utilizzare la piattaforma di trading, dove possiamo visualizzare l’andamento dei mercati e investire nelle opzioni binarie di nostro interesse, senza commissioni sugli importi versati.

Trattare mercati di ogni genere e con tanti tipi di opzioni

Il trading binario comprende un vasto numero di mercati, presi come riferimento dalle opzioni binarie, strumenti derivati tra i più gettonati degli ultimi anni. Iscrivendosi ad un servizio di questo genere, si ha dunque la possibilità di investire con lo stesso account su più fronti, prendendo in considerazione mercati azionari (con titoli come azioni e obbligazioni), valute (mercato del Forex), indici, metalli (oro e argento in primis) e materie prime.
Vantaggio non da poco sono i diversi tipi di opzioni a disposizione degli utenti, che avranno soltanto l’imbarazzo nella scelta. Mentre il classico investimento in un titolo, un metallo o altri assets è dovuto ad aspettative positive da parte dell’utente, con le opzioni binarie si può guadagnare da crescite e cali di valore, purché ovviamente si sia stati lesti ad effettuare una previsione corretta. Le tipologie di opzioni più diffuse sono le High/Low, dove l’investitore stabilisce se l’asset prenderà o perderà valore alla scadenza, rispetto allo stato attuale. Importanti sono anche quelle ad intervallo (dove prevediamo un range per il termine finale) e le touch (dove si dichiara un valore che l’asset dovrà assumere entro la scadenza).

I vantaggi della concorrenza tra broker di opzioni binarie

L’ultimo punto della nostra guida lo dedichiamo all’imbarazzo nella scelta, che troverete cercando sul web un buon broker al quale affidarvi per aprire un conto di trading binario. Il fattore della concorrenza tra servizi simili tra loro, dovuto all’ampio sviluppo del settore avvenuto da qualche anno a questa parte, ha portato vantaggi non da poco nei confronti degli investitori.
Essi si presentano sotto forma di bonus, come quelli di benvenuto (talvolta senza l’obbligo di effettuare alcun versamento di denaro sul conto) e sul primo deposito, con aggiunte (in termini di percentuale) proporzionali che spingono così l’utente ad optare per alti importi. Questi e altri generi di agevolazioni si trovano spesso in circolazione, presso siti web come eToro (che regala fino a 1.000 dollari presentando amici), Plus500 (bonus di 25 euro senza alcun deposito richiesto) e OptionTime (bonus di benvenuto fino a 2.500 euro in base a quanto versato).

Che cosa sono le opzioni binarie

opzioni binarieAl giorno d’oggi, viene spesso consigliato di investire i propri risparmi in opzioni binarie, con lo scopo di guadagnare in fretta cifre importanti con alta affidabilità e budget non particolarmente elevati per ottenere la possibilità di accedere al mercato. Se non avete ancora mosso i primi passi con questa forma di trading, vi consigliamo di proseguire con la lettura per capire una volta per tutte che cosa sono le opzioni binarie e perché gli utenti si rivolgono in massa verso strumenti di questo tipo.

Opzioni binarie, che cosa sono essenzialmente

La definizione di opzioni binarie è principalmente legata a quella di strumenti derivati, ovvero beni che replicando fedelmente l’andamento sul mercato di un asset di qualunque genere, consentono all’investitore di speculare sul bene senza acquistarlo realmente. I benefici, oltre ad essere relativi all’assenza di commissioni (presente nella maggior parte dei casi) e alla possibilità di operare direttamente dal PC di casa in pochi istanti, sono anche collegati al vantaggio di offrire all’utente tante diverse chance di guadagno, in termini di varietà di previsioni effettuabili che vedremo di seguito.

Tipi di opzioni binarie: alto/basso, touch e ad intervallo

Fare trading con le opzioni binarie, come appena detto, porta agli utenti che decidono di investire online un gran numero di scelte. In ogni caso, per poter dare inizio ad una sessione si dovrà scegliere l’asset di riferimento, l’importo dell’investimento e un termine ben preciso, distante alcune ore, minuti o soltanto qualche secondo più tardi.
Le opzioni binarie più semplici da intuire sono quelle alto/basso, dove l’utente sceglie “alto” se si attende che da questo momento alla fine dell’orizzonte il valore dell’asset avrà una crescita, mentre in caso contrario acquisterà un’opzione “basso”. In modo molto simile si opera con le opzioni binarie ad intervallo, dove definiremo un range di valori in cui ci aspettiamo che figurerà il valore del bene alla fine dell’investimento. Termine che invece non viene preso in considerazione dalle opzioni binarie touch, dove si specifica una cifra che dovrà essere toccata e non necessariamente mantenuta fino all’istante di tempo finale.

Mercati opzioni binarie, gli assets con cui fare trading

Investire in opzioni binarie può avere come riferimento strumenti di vario genere, che non si limitano certo al mercato azionario e obbligazionario, branca che figura comunque tra quelle più sfruttate dagli investitori al giorno d’oggi. Essi, infatti, trovano in questi derivati una possibilità inedita per prevedere i movimenti della Borsa internazionale e di conseguenza negli ultimi anni si stanno distaccando in massa dalle classiche compravendite di titoli, eccessivamente laboriose e con prezzi di commissione considerevoli.
Hanno un peso elevato anche i mercati di oro e argento tra quelli in voga nel settore delle opzioni binarie, dal momento che acquistare metallo vero e proprio non è affatto una scelta comoda, visto l’obbligo di investire nel medio o lungo periodo (senza la possibilità di guadagnare con variazioni intraday, che avvengono all’interno di una giornata) e l’andamento dell’oro in continuo calo negli ultimi anni.
Altra branca in continuo sviluppo è quella del Forex e i derivati in oggetto vanno anche incontro agli investitori che vogliono veder fruttare i loro risparmi con il mercato valutario, puntando sui tassi di cambio a livello internazionale. Infine, giocano ruoli importanti un’ampia varietà di indici bancari e molti altri strumenti, tra i quali molti broker hanno ultimamente inserito i Bitcoin.

Fare trading e guadagnare con le opzioni binarie

Iniziare a guadagnare con le opzioni binarie non è affatto complicato. Basterà imparare le più efficaci strategie, apprendere le novità del calendario economico (strumento che riporta le novità dal mondo dell’economia, di probabile influenza sui mercati azionari, valutari e non solo) e scegliere un buon broker sicuro e conveniente, presso il quale registrarsi, fare un versamento e cominciare a fare trading nel giro di pochi minuti.

Broker opzioni binarie convenienti

Vi abbiamo parlato di broker, senza però prepararvi ad affrontare il grande imbarazzo nella scelta, che si è creato negli ultimi anni di pari passo con la continua espansione del settore. Tra i broker opzioni binarie più convenienti, vi consigliamo di dedicare la vostra attenzione verso OptionTime o TopOption se volete risparmiare sull’importo minimo di trading da dedicare ad ogni singola sessione di investimento (questi due servizi partono da appena 5 euro) e se avete un budget ridotto per il primo versamento (come soglia minima sono accettati, in entrambi i casi, 100 euro). Se invece avete intenzione di puntare ad enormi margini di profitto, sappiate che con 24option è possibile far fruttare le somme iniziali fino al 550% in ogni sessione.

Che cosa è il trading online?

trading onlineTutte le informazioni più importanti per capire fondamentalmente che cosa è il trading online, chiarendo una volta per tutte i vostri dubbi riguardo questo tema molto importante nel settore degli investimenti e facendovi entrare da protagonisti nel concetto per poter finalmente guadagnare capienti somme di denaro reale con questa attività.

Trading online, conoscenze di base

Con lo sviluppo della rete internet e delle tecnologie ad essa collegate, al quale abbiamo assistito nell’ultimo decennio, così come altri servizi web il trading online si è preso una fetta molto importante all’interno del settore dell’economia internazionale. Questo discorso non vale per qualsiasi genere di investitori, dai più esperti a chi invece si trova alle prime armi e desidera far fruttare i propri risparmi operando direttamente dal computer di casa. E’ proprio questa la principale comodità del trading, che al contrario di come avviene con la compravendita di azioni e obbligazioni offre all’utente una rapidità assoluta per ciò che concerne l’ingresso sul mercato, non essendo necessarie consulenze, firme e quant’altro.
Nel trading online ci si rivolge ad un broker, ovvero un sito web che ci permette di speculare facendo uso di strumenti basati sull’andamento del mercato azionario, obbligazionario, valutario (in questo caso si parla di Forex, settore tra i più gettonati tra gli utenti) e relativo a metalli (oro, argento) e altre materie prime. I broker stessi offrono ai clienti delle piattaforme (programmi per PC) create ad hoc per tradare in assoluta sicurezza, contenenti grafici sui quali possiamo basarci per compiere le operazioni più opportune.

I diversi aspetti del trading online

Quando si parla di trading online si rischia di generalizzare troppo, perciò è bene distinguere le varie forme con cui si può presentare questa attività, sempre più vasta grazie alla continua crescita del settore verso nuovi orizzonti. Principalmente, i broker presenti sul web ci permettono di investire in opzioni binarie e CFD, due mercati differenti che hanno come punto in comune quello di essere due strumenti derivati, caratterizzati dalla funzione di riferirsi ad un certo bene e di replicare in ogni istante il suo andamento, con l’evoluzione del fenomeno che ci viene rappresentata dal broker a mezzo di tabelle e grafici aggiornati in tempo reale.

Opzioni binarie

Il mercato delle opzioni binarie è senza dubbio la branca più ampia del trading online, dal momento che consente agli investitori di effettuare le più svariate scelte, offrendo così loro la possibilità di guadagnare in diversi casi e non soltanto se il bene scelto dovesse avere un’evoluzione positiva con il trascorrere del tempo.
Nelle opzioni binarie, chi investe deve fare una previsione sul mercato con cui si desidera speculare, decidendo l’importo da investire e un certo termine (distante alcune ore, minuti o addirittura secondi), ovvero il periodo finale dell’investimento, quando andremo incontro ad una vincita o una perdita, rispettivamente in caso di esatta ed errata previsione.
E’ bene distinguere le diverse possibili previsioni che vengono messe a disposizione dell’utente. La tipologia di opzioni binarie più gettonata è sicuramente quella di tipo Up/Down, dove si stabilisce se al termine il prezzo dell’asset è salito o sceso rispetto al periodo attuale. Nelle opzioni ad intervallo dovrete invece definire due estremi di valore (minimo e massimo) all’interno del quale dovrà cadere il prezzo al termine. Infine, con le touch si punta su una cifra che dovrà essere semplicemente toccata dal valore dell’asset (per poi continuare indistintamente a salire o scendere, invertire il trend, ecc.) nell’arco di tempo tra l’inizio e il termine dell’investimento.

CFD

Molto importante è anche il mercato dei CFD, contratti per differenza, dove si fa trading online proprio sulla differenza tra il prezzo dell’asset preso in considerazione al periodo finale e quello in cui ha inizio l’investimento. Così come nel caso delle opzioni binarie, questi strumenti possono basarsi su mercati di vario genere come azioni, obbligazioni, valute, indici, oro, argento, materie prime e altri beni presi in considerazione dall’economia mondiale.

Si può guadagnare con il trading online?

Come punto finale della nostra guida sul trading online, chiariamo se è consigliabile o meno investire in questo genere di attività il nostro denaro. Dopo aver maturato esperienza con opzioni binarie e CFD, affermiamo decisamente che si tratta di un servizio unico nel suo genere, che va incontro a chi vuole veder fruttare il suo denaro nel breve periodo. Questo giudizio positivo è dovuto soprattutto alla grande quantità di broker sicuri (regolamentati a norma di legge) operanti nel mercato, alla semplicità nell’effettuare transazioni e all’alta probabilità di riuscire ad azzeccare le nostre previsioni, anche se ci troviamo alle prime armi e conosciamo soltanto le basi delle strategie più diffuse nel mondo del trading.